Tecnologia UFI MULTITUBE per l’Alfa 33 Stradale

Alfa Romeo sceglie UFI MULTITUBE, la rivoluzionaria tecnologia per il filtro aria motore, per l’esclusiva Alfa 33 Stradale in edizione limitata.

Alfa Romeo, storico brand oggi del Gruppo Stellantis, ha scelto per il primo impianto della supercar 33 Stradale UFI MULTITUBE, la rivoluzionaria tecnologia per il filtro aria motore di UFI Filters.

Con la 33 Stradale, l’Alfa Romeo torna, dopo un lungo periodo di assenza, nel segmento delle auto esclusive ad altissime prestazioni.

Prevista in soli 33 esemplari, già tutti venduti nonostante il prezzo superiore al milione di euro, l’inedita coupé del Biscione si presenta con forme chiaramente ispirate all’omonima versione del 1967, considerata una delle auto più belle di tutti i tempi.

Della 33 2 litri degli anni ’60, firmata all’epoca dal designer Franco Scaglione e strettamente imparentata con la sua versione da competizione, l’interpretazione del nuovo Millennio riprende soprattutto l’andamento delle fiancate e la forma a V che caratterizza il cofano anteriore, completato dal classico scudetto Alfa Romeo.

Ispirata a quella della gloriosa antenata è anche la caratteristica apertura verticale – detta “a elitra” – delle portiere.

UN CUORE A SEI CILINDRI

Costruita intorno a una monoscocca di fibra di carbonio, la 33 Stradale ha caratteristiche costruttive di eccellenza. Ma il cuore di un’Alfa Romeo è, tradizionalmente, il suo motore e anche in questo la 33 Stradale del nuovo millennio (pur disponibile anche con propulsione interamente elettrica) è all’altezza della sua antenata, che montava un 8 cilindri a V di due litri derivato da quello da competizione.

Ora la scelta è caduta su un V6 con cubatura di tre litri, installato in posizione centrale-longitudinale e dotato di soluzioni sofisticate, come l’innovativo sistema di combustione a precamera con doppia candela, il doppio sistema d’iniezione diretta e indiretta e la sovralimentazione mediante due turbocompressori.

Grazie a questi e ad altri accorgimenti il propulsore eroga 620 CV, che consentono alla 33 Stradale di arrivare a una velocità massima di 333 km/h e di accelerare da 0 a 100 km/h in meno di 3 secondi.

FILTRAZIONE AL TOP

Al raggiungimento di queste prestazioni contribuisce l’airbox, ingegnerizzato dai tecnici di UFI Filters e basato sulla : quest’ultima consiste in una rivoluzionaria soluzione di filtrazione dell’aria motore che impiega una struttura tubolare brevettata, in grado di sostituire il tradizionale filtro a pannello.

La particolare formula tubolare del media filtrante, realizzato con fibre sintetiche al 100% idrofobiche, ne mantiene costante la piena funzionalità e le prestazioni di filtrazione (superiori al 99,5%) per tutta la durata del proprio ciclo vita.

Peculiari della tecnologia MULTITUBE sono la sua flessibilità geometrica e il ridimensionamento del filtro. Grazie alla prima di queste caratteristiche, la struttura della cartuccia può prevedere il posizionamento dei tubi in parallelo, in serie o secondo geometrie diverse, con diametri e lunghezze differenti, a seconda delle esigenze di spazio del propulsore.

Ciò permette al Gruppo UFI di offrire ai costruttori progettazioni specifiche per le esigenze di ogni modello, ottimizzandone la collocazione all’interno del vano motore. Ma l’innovazione di MULTITUBE consente anche di contenere le dimensioni del filtro, arrivando a occupare – a seconda delle applicazioni – uno spazio ridotto fino al 50% rispetto a quello di un tradizionale sistema a pannello, senza che questo ne intacchi minimamente le capacità di filtrazione. La conseguente diminuzione del peso del filtro, che può arrivare al 25%, assume rilievo ancora maggiore per vetture votate alle performance assolute come la 33 Stradale, per la quale ridurre il più possibile il peso è essenziale.

Infine, le forme geometriche del filtro UFI MULTITUBE permettono di ottenere una migliore dinamica dei flussi d’aria: il loro passaggio lineare nella struttura diminuisce la resistenza all’avanzamento della vettura e minimizza la perdita di pressione e di energia, assicurando una maggiore disponibilità di potenza (misurata in test certificati con un incremento che può arrivare al 4% per alcuni veicoli) e una riduzione dei consumi di carburante e delle emissioni inquinanti.

Non ultima da ricordare è l’insuperabile resistenza alle fiamme: UFI MULTITUBE ha superato il test DIN53438 – standard ISO – che determina il grado di combustione dei materiali commerciali, ricevendo una classificazione F1, la più alta possibile.